OkNotizie
Segnalo
Technorati
Delicious

Lo spazio peridurale

Con questo termine si intende quella parte del canale vertebrale che è posta tra le pareti ossee delle vertebre e la dura madre che riveste il midollo spinale.

Esso ha inizio a livello del forame occipitale dove i foglietti periosteo e meningeo della dura madre, che nel cranio sono fusi, si sdoppiano costituendo il primo, il rivestimento interno dello speco vertebrale o periostio; il secondo il sacco durale che racchiude l’aracnoide, il midollo spinale, i nervi della coda equina ed il liquor cerebrospinale.

Termina a livello del coccige con la membrana sacro-coccigea, anteriormente è a contatto con il legamento longitudinale posteriore, lateralmente con i forami intervertebrali e le lamine vertebrali, posteriormente con il legamenti gialli.

Non è uno spazio chiuso, comunica infatti tramite i forami intervertebrali con i tessuti perivertebrali. Il suo spessore è in rapporto alla posizione ed alle dimensioni del sacco durale: poiché questo è posto più vicino alla parete anteriore del canale vertebrale, ne deriva che lo spazio peridurale è maggiore sulla linea posteriore mediana ed a livello della seconda vertebra lombare dove il sacco durale comincia a ridursi di diametro: a questo livello lo spazio perdurale misura circa 5-6 mm nell’adulto.

Nella regione medio toracica tale distanza è di circa 3-4 mm e nella regione cervicale inferiore è di circa 1,5- 2 mm.

Lo spazio peridurale, è riempito da tessuto adiposo, da lacinie di tessuto connettivo e da vasi sanguigni e linfatici. Il tessuto adiposo è piuttosto molle, globulare, la sua quantità è in rapporto a quello di tutto l’organismo, per cui è maggiore nei soggetti obesi. All’interno di esso si distribuiscono le soluzione anestetiche iniettate.